Possiamo creare un mondo migliore con il software libero: Krishnakant Mane

Nella serie di condivisione del viaggio tra Linux e Open Source, oggi leggiamo su Krishnakant Mane e la sua esperienza e le sue opinioni sul software libero e open source.

Alcuni di voi potrebbero già conoscere Krishnakant o KK (come lo chiamano i suoi amici e colleghi). Krishnakant è un ingegnere del software di professione e un promotore open source per passione. Lavora su vari progetti open source, alcuni dei quali specificamente pensati per gli utenti di computer ipovedenti.

Devo aggiungere a questo punto che Krishnakant stesso non può vedere. Ha perso la vista durante l'infanzia, ma questo non gli ha impedito di imparare. Oggi è un noto sostenitore dell'Open Source che tiene discorsi TEDx e conduce progetti open source come GNUKhata. Ha anche fondato Digital Freedom Foundation per promuovere il software libero e open source in India.

Ho avuto l'opportunità di e-meeting con lui quando il suo collega mi ha contattato per coprire GNUKhata, un software di contabilità open source. Ciò ha portato a un'intervista via email con Krishnakant Mane che ho pubblicato qui. Sono sicuro che ti piacerebbe leggere il viaggio di Krishnakant e la missione dell'Open Source.

Intervista con Krishnakant Mane

Ciao KK, prima, un po 'di storia su di te?

Sono Krishnakant dalla città di Mumbai, in India. Sono un ingegnere del software da socialista professionista e democratico (democratico) che crede nelle pari opportunità e nella razionalizzazione assoluta delle risorse per creare un terreno di parità per l'istruzione e l'occupazione. Sto sviluppando software libero e sostenendo il suo utilizzo attraverso Digital Freedom Foundation e il mio contributo principale è il lavoro con lo screen reader Orca e GNUKhata.

Ho la missione di rendere le zone rurali dell'India TIC potenziate in modo che siano alla pari con tutti noi fortunati.

Quando e come hai iniziato a usare Linux? Come hai conosciuto Open Source? Chi è il tuo eroe?

Preferisco riferirsi alla tecnologia orientata alla libertà come Software Libero e non Open Source (KK ha sottolineato il mio uso liberale del termine "Open Source"). Ero un Unix SysAdmin per cominciare e poi attraverso alcune letture online e pochi amici del college sono venuti a conoscenza di GNU / Linux. Ma non mi hanno detto il suo valore per i nostri diritti e libertà digitali. Poi, lentamente, ho iniziato a partecipare alle riunioni GLUG a Mumbai e ho incontrato il Dr. Nagarjun, uno scienziato senior di Homi

Ma non mi hanno detto il suo valore per i nostri diritti e libertà digitali. Poi, lentamente, ho iniziato a frequentare le riunioni GLUG a Mumbai e ho incontrato il dott. Nagarjun, uno scienziato senior del Centro per l'educazione scientifica TIFR di Homi Bhabha. È anche il presidente della Free Software Foundation of India.

Ci sono molte persone che condividono la tecnologia, ma Nagarjuna mi ha convinto del valore di rendere le persone consapevoli della loro libertà digitale e dei diritti per la loro privacy, sicurezza e capacità di controllare la tecnologia. Così sono entrato nel momento del software libero nel 2006.

Molte persone fanno cose meravigliose per la società e la nazione e sono tutti miei eroi. Il Dr. Richard Stallman, il Dr. Nagarjun e il Dr. Prakash Amte sono i miei principali eroi e sono fortunato che sono stato molto vicino a tutti e tre.

Quale Linux usi?

Attualmente uso Ubuntu ma non sono contrario a nessun Distro.

A quale progetto Linux / Open Source contribuisci?

Lavoro principalmente su GNUKhata. Ho anche lavorato a progetti di formazione per disabili visivi con lo screen reader Orca. Uno di questi progetti si chiama True vision con il governo dello stato del Tamil Nadu.

In che modo Linux / Open source ha fatto la differenza nella tua vita?

Penso che il software libero dia il potere nelle mani di tutti e con una certa organizzazione e molti sforzi della comunità, inclusi professionisti e appassionati, possiamo creare un mondo migliore. Questo è praticamente accaduto con me.

Qualcosa che vorresti dire ai lettori di FOSS per motivarli?

Penso che dobbiamo guardare al Software Libero o quello che molti chiamano Open Source non solo come un'altra alternativa o buona alternativa al software proprietario (che nella maggior parte dei casi lo è) ma anche al fatto che il cotrol è con noi e decidiamo come farlo si forma. L'unica cosa è prendersi del tempo per partecipare per il proprio beneficio.

I tuoi punti di vista?

Questo era Krishnakant Mane e le sue opinioni sul Software Libero. Se ti piace leggere questo, potresti anche voler leggere di Ali, un programmatore Open Source cieco dall'Iraq.

Personalmente, saluto un tale coraggio per superare le probabilità e la passione per fare la differenza. Persone come Krishnakant sono fonte di ispirazione vivente. Cosa pensi?

Raccomandato

8 consigli e trucchi Vim che ti renderanno un utente Pro
2019
Unity Editor è ora ufficialmente disponibile per Linux
2019
5 migliori software di gestione foto di Linux
2019