Unity Tweak Tool: il miglior strumento di Tweak per Ubuntu? Forse no!

Gli strumenti di Tweak sono sempre stati richiesti considerando la quantità di utenti Linux che preferiscono sperimentare con l'aspetto del loro desktop. Ubuntu ha diversi strumenti di tweak che sono abbastanza potenti da fare molte modifiche all'interfaccia Unity. My Unity e Ubuntu Tweak sono nomi così onorevoli nel mondo di Ubuntu. Ma il regno di questi strumenti potrebbe essere in gioco con l'arrivo di Unity Tweak Tool, considerato da molti il ​​miglior strumento di tweak che Unity potrebbe mai avere.

Installa Unity Tweak Tool in Ubuntu 12.10:

Apri il terminale (Ctrl + Alt + T) e usa i seguenti comandi uno per uno per installare Unity Tweak Tool:

sudo add-apt-repository ppa:freyja-dev/unity-tweak-tool-daily sudo apt-get update sudo apt-get install unity-tweak-tool 

Per disinstallare lo strumento Unity Tweak, rimuovere il PPA.

Hits and Misses:

La prima cosa che noterai di Unity Tweak Tool è che ha un'interfaccia ordinata che dà un rapido accesso ai diversi aspetti (sistema e aspetto) di Unity da modificare. Praticamente ti dà tutto ciò che c'è da modificare. Da Unity launcher a theme, icone, cartelle, cursore, font, desktop, ecc. Questo è l'USP di Unity Tweak Tool.

Ora arriviamo alle cose mancanti da Unity Tweak Tool. Dov'è il pulsante Salva / OK e Applica? Non c'è nessuno. Basta fare clic su di esso e viene salvato automaticamente. Quando l'ho provato, la maggior parte delle sue funzioni non funzionava. Ad esempio, ho provato a cambiare il tema aggiungendo un nuovo tema. Il clic sul pulsante più non ha avuto alcuna risposta. C'erano un paio di altri singhiozzi in cui il clic sui pulsanti incontrati senza risposta.

Verdetto:

È un bel strumento. Non troppo pesante per le risorse. Ti dà la possibilità di modificare quasi tutti gli aspetti del sistema e dell'aspetto. Ma, in base alla mia esperienza, non lo definirò come il miglior strumento per modificare Ubuntu. Sembra che sia ancora in modalità beta. Deve coprire qualche miglia in più e guardare al suo potenziale, sono sicuro che lo farà. E quando maturerà, mi piacerebbe vederlo nel repository ufficiale di Ubuntu invece di installarlo da un PPA.

Raccomandato

Liferea: un client RSS e altro
2019
Correggi il WiFi non connesso in Linux Mint 18 e Ubuntu 16.04
2019
50 migliori app di Ubuntu che dovresti usare in questo momento
2019