Il rapporto sulla raccolta dei dati di Ubuntu è uscito! Leggi i fatti interessanti

Breve: Ubuntu ha iniziato a raccogliere alcuni dati di sistema di base, non identificabili personalmente, a partire da Ubuntu 18.04. Due mesi dopo la versione di Ubuntu 18.04, Canonical ha condiviso alcune statistiche interessanti.

Se hai seguito le notizie relative a Ubuntu 18.04, probabilmente già sai che con la versione 18.04, Canonical ha iniziato a raccogliere alcune statistiche al momento dell'installazione.

I dati raccolti non sono identificabili personalmente. Ciò significa che un utente non può essere individuato o tracciato in base ai dati forniti. Ecco cosa raccoglie Ubuntu

  • Versione e sapore di Ubuntu che stai installando
  • Se hai la connettività di rete al momento dell'installazione
  • Statistiche hardware come CPU, RAM, GPU, ecc
  • Produttore del dispositivo
  • Nazione
  • Tempo di installazione
  • Se si sceglie il login automatico, l'installazione di codec di terze parti, il download degli aggiornamenti durante l'installazione
  • Layout del disco

Hai la possibilità di disattivare la raccolta dei dati nella schermata di benvenuto.

Raccolta dati nella schermata di benvenuto

Rapporto di raccolta dati di Ubuntu 18.04

Il primo rapporto sui dati raccolti è fuori. Canonical non ha fornito i dati grezzi, solo alcune statistiche in percentuale. Inoltre, non hanno rivelato la dimensione del campione, quindi non sappiamo se le statistiche provengano da 1000 utenti o 100.000 utenti.

Il report fornisce alcuni spunti interessanti su come le persone usano Ubuntu e su quale tipo di configurazione optano per l'installazione di Ubuntu.

Il 67% delle persone ha scelto di condividere i propri dati

Il 67% di Ubuntu 18.04 ha "optato" per condividere i propri dati. Ho deliberatamente utilizzato le citazioni su optato qui perché la condivisione dei dati è opt-in per impostazione predefinita. Se non vuoi condividere i tuoi dati, devi specificare dopo la prima installazione, nella schermata di benvenuto.

Come va la natura umana, molte persone fanno semplicemente clic su Avanti dopo Successivo senza leggere. Sono sicuro che se l'opt-in non è stato abilitato di default, la dimensione del campione del set di dati raccolti sarebbe stata inferiore a un terzo di quella corrente.

L'installazione media di Ubuntu dura 18 minuti: prendi l'aggiornamento di Windows 10

Personalmente, mi bastano meno di 10 minuti per installare Ubuntu. Ma come da statistiche, 18 minuti è il tempo medio per l'installazione di Ubuntu.

Indovina un po? Il team di Ubuntu migliorerà ulteriormente.

Nel frattempo, ricordo che il mio aggiornamento a Windows 10 richiede certamente più di 10 minuti con diversi riavvii nel processo.

Non molti doppi scarponi, tanto meno criptare il disco

La maggior parte delle persone ha optato per l'opzione 'cancella dispositivo e installa' che indica che Ubuntu è il loro principale e unico sistema operativo. La crittografia del disco non è affatto favorita.

Oltre il 90% degli utenti di Ubuntu scarica gli aggiornamenti durante l'installazione

Oltre il 90% degli utenti scarica gli aggiornamenti durante l'installazione mentre il 53% degli utenti ha installato i codec di terze parti. Personalmente, non mi piace farlo durante l'installazione perché ritarda l'installazione se la tua connessione internet è lenta. In entrambi i casi, l'aggiornamento del sistema è una delle prime cose da fare dopo l'installazione di Ubuntu 18.04.

Ciò che mi ha sorpreso è che circa il 30% delle persone ha optato per l'accesso automatico. Strano!

Display 1080p, 4 GB e 8 GB di RAM regola il grafico

1080p cioè Full HD è il display più comune. È seguito da una risoluzione dello schermo 1366 x 768. Non sorprendentemente, HiDPI e 4k non sono comuni.

Nella divisione RAM, 4 GB e 8 GB di RAM sono i più comuni. Posso vedere anche 128 GB di RAM nel grafico. È già una cosa o un supercomputer con Ubuntu che condivide i dettagli? ;)

Altri fatti interessanti sull'uso di Ubuntu

Ecco alcuni altri reperti interessanti dai dati raccolti:

  • Il 15% delle persone ha optato per l'opzione di installazione minima
  • La singola CPU è la più comune
  • Il 75% delle persone ha fatto una nuova installazione mentre il 25% è stato aggiornato ad Ubuntu 18.04
  • Alcune persone utilizzano più schede grafiche
  • Gli Stati Uniti hanno il maggior numero di utenti seguiti da Brasile, India, Cina e Russia.

Qual è il risultato più interessante?

Per me, le persone che usano 128 GB di RAM sono state una sorpresa. E tu? Cosa ne pensi della raccolta di dati e delle statistiche anonime condivise? Cosa hai trovato più interessante qui?

Ubuntu Data Usage Infographic

Ho creato una infografica dalla collezione di dati di Ubuntu. Sentiti libero di inserirlo su Pinterest o sul tuo sito web:

Condividi questa immagine sul tuo sito

Per favore includi l'attribuzione a It's FOSS con questo grafico.

‘Ubuntu

Alcune immagini sono state prese dal blog ufficiale di Ubuntu.

Raccomandato

Primo sguardo agli sfondi predefiniti di Ubuntu 15.10
2019
Come mostrare la percentuale della batteria in Ubuntu 18.04 e 17.10
2019
Personalizzazione Ubuntu MATE
2019