TrueOS: una semplice distribuzione BSD per gli utenti desktop

Breve: se vuoi provare qualcosa di diverso da Linux, dai un'occhiata a TrueOS. È una distribuzione BSD specificamente rivolta agli utenti desktop.

TrueOS è cambiato. Hanno creato un nuovo progetto Trident per desktop mentre TrueOS si concentrerà sul server.

Quando pensi a It's FOSS probabilmente pensi principalmente a Linux. È vero che copriamo principalmente notizie ed esercitazioni relative a Linux. Ma oggi faremo qualcosa di diverso. Daremo un'occhiata alla distribuzione BSD TrueOS.

Linux e BSD, entrambi rientrano nel dominio del sistema operativo Unix-like. La principale differenza sta nel core, cioè nel kernel, dato che sia Linux che BSD hanno la loro implementazione del kernel.

Recensione di TrueOS BSD

TrueOS (in precedenza PC-BSD) è un sistema operativo desktop basato su FreeBSD. L'obiettivo del progetto è creare una versione di BSD che possa essere facilmente installata ed essere pronta all'uso.

TrueOS contiene tutta la bontà di FreeBSD e include alcuni miglioramenti propri. Le sue caratteristiche includono:

  • Installatore grafico
  • File system OpenZFS
  • Hardware configurato automaticamente
  • Funzionalità full clang
  • Gli aggiornamenti utilizzano gli ambienti di boot in modo tale da non danneggiare il sistema live
  • Supporto per laptop
  • Facile amministrazione del sistema
  • Firewall integrato
  • Supporto integrato per il progetto Tor

Esistono due versioni di TrueOS per l'uso desktop. TrueOS Stable è una versione a lungo termine che viene aggiornata ogni 6 mesi. La versione più recente è 18.03. TrueOS Unstable è più di una versione a rotazione. Si basa sull'ultima versione di sviluppo di FreeBSD. TrueOS supporta anche processori ARM con TrueOS Pico.

Lumina

Mentre TrueOS supporta molti degli ambienti desktop a cui sei abituato, Lumina viene installato di default. Iniziato nel 2014, Lumina è un desktop leggero creato dal team TrueOS da zero. Poiché è progettato principalmente per TrueOS e altri BSD, Lumina non utilizza "nessuna delle strutture desktop basate su Linux (ConsoleKit, PolicyKit, D-Bus, systemd, ecc.)". Tuttavia, è stato portato per diverse distribuzioni Linux. Attualmente utilizza Fluxbox, ma stanno scrivendo una nuova finestra per un'integrazione più stretta.

Lumina viene fornito con un proprio file manager, lettore multimediale, archiviatore e altre utilità. La versione più recente è la 1.4.0.

Requisiti di sistema

Il manuale di TrueOS elenca i seguenti requisiti di sistema

Requisiti minimi

  • Processore a 64 bit
  • 1 GB di RAM
  • 10 - 15 GB di spazio libero su disco rigido su una partizione primaria per l'installazione di un server da riga di comando.
  • Scheda di rete

Requisiti consigliati

  • Processore a 64 bit
  • 4 GB di RAM
  • 20 - 30 GB di spazio libero su disco rigido su una partizione primaria per un'installazione desktop grafica.
  • Scheda di rete
  • Scheda audio
  • Scheda video con accelerazione 3D

Applicazioni incluse

Il numero di applicazioni preinstallate in TrueOS è ridotto. Eccoli:

  • AppCafe
  • QupZilla
  • Photonic
  • TrueOS PDF Viewer
  • Trojita client di posta elettronica
  • Insight File Manager
  • Lumina Archiver
  • Lumina Media Player
  • Screenshot Lumina
  • Lumina Text Editor
  • QTerminal
  • Calcolatrice

Installazione

Sono riuscito a installare TrueOS sul mio Dell Latitude D630. Questo laptop ha un processore Intel Centrino Duo Core con 2, 00 GHz, chip grafico NVIDIA Quadro NVS 135M e 4 GB di RAM.

Il processo di installazione è stato abbastanza indolore. Era simile alla maggior parte degli installatori di sistemi operativi moderni, ti fai strada attraverso una serie di schermate che ti chiedono informazioni. È interessante notare che non hai la possibilità di avviarsi in un ambiente live. Devi installare TrueOS, anche se vuoi solo testarlo.

Vorrei sottolineare che alcuni BSD sono abbastanza facili da installare. Ho installato FreeBSD e ci è voluto poco più di un'ora per passare dall'installazione di testo a una GUI. Non sono ancora riuscito a installare Vanilla Arch, ma sono sicuro che ci vorrà più tempo.

Esperienza

Sto volendo installare TrueOS per un po '(tornando ai giorni PC-BSD). La mia unica esperienza con BSD prima era stato un web server con FreeBSD. Sulla base del nome, mi aspettavo un'esperienza desktop lucida. Dopo tutto, viene fornito con il proprio ambiente desktop. La mia esperienza non è stata buona come speravo.

Ogni volta che inizio a utilizzare un nuovo sistema operativo, controllo se sono disponibili le applicazioni che uso regolarmente. TrueOS è dotato di un proprio gestore di pacchetti (AppCafe), che semplifica le cose. Sono stato in grado di installare rapidamente LibreOffice, VLC, FireFox e Calibre. Tuttavia, non ho potuto installare il mio editor Markdown preferito, ghostwriter. È interessante notare che quando ho cercato Markdown in AppCafe c'erano alcuni pacchetti elencati, ma nessuno di loro era editor Markdown. Non ero nemmeno in grado di installare Dropbox, che utilizzo per eseguire il backup della mia scrittura.

Oltre al gestore di pacchetti AppCafe, puoi anche installare applicazioni utilizzando la collezione di porte TrueOS. Per capire come farlo, mi sono rivolto al manuale TrueOS. Sfortunatamente, la sezione sui porti era molto leggera sui dettagli. Questo è quello che ho imparato dalle mie ricerche sul web. Il primo passo è scaricare le informazioni sulle porte da GitHub con questo comando: git clone //github.com/trueos/freebsd-ports.git /usr/ports . Da lì è necessario accedere alla directory della porta che si desidera installare e digitare make install per avviare il processo.

Sebbene questo processo sia simile a AUR di Arch, limita l'installazione di un pacchetto alla volta. Inoltre, ci vuole un po 'di tempo per scaricare l'intera collezione di porte. (Ho una connessione veloce e ci sono voluti più di 30 minuti.) Quando stavo cercando informazioni su come usare le porte, ho visto un comando che ti permette di scaricare solo le porte che vuoi installare, ma non è stato incluso nel manuale TrueOS.

Come MacOS e Windows, TrueOS ha jingle di login e di chiusura. Mentre all'inizio era bello, diventava fastidioso abbastanza rapidamente. Soprattutto, quando non me lo aspettavo.

Apprezzo il team TrueOS per aver creato il proprio ambiente desktop (soprattutto perché l'intero team TrueOS è formato da meno di una dozzina di persone.). Hanno fatto molta strada dalla loro prima uscita, ma si sente ancora incompiuta. Una cosa che ho notato è che le icone nella barra delle applicazioni non erano di dimensioni uniformi. La batteria e l'icona del suono erano grandi, ma l'icona wifi era la metà delle dimensioni. Inoltre, quando sono andato a fare clic sul pulsante "start", dovevo assicurarmi di fare clic sull'icona, non vicino ad esso, altrimenti il ​​menu non si avviava. La maggior parte degli altri menu "start" non presenta questo problema. Sembrano avere una grande area di clic, quindi non ti manca.

Per qualche motivo, non ho potuto ottenere l'orologio di sistema impostato. Ho inserito le informazioni per il mio fuso orario e la posizione, ma TrueOS ha impostato il tempo di percorrenza di cinque ore.

Pensieri finali

Nel complesso, mi piace l'idea di TrueOS, un BSD user-friendly. Offriva un'esperienza che era familiare, ma diversa da qualsiasi distribuzione Linux. Sfortunatamente, la mancanza di applicazioni è stata deludente. Inoltre, vorrei che il manuale di TrueOS fosse più dettagliato in alcune aree.

Ti consiglio di installare TrueOS se vuoi sfruttare appieno l'esperienza BSD, completa con il proprio ambiente desktop. Qui non c'è nulla nemmeno lontanamente collegato a Linux.

Hai mai TrueOS? Qual è la tua versione preferita di BSD? Per favore fateci sapere nei commenti qui sotto.

Se hai trovato questo articolo interessante, prenditi un minuto per condividerlo sui social media.

Raccomandato

Il nuovo lettore musicale Elisa di KDE: così vicino, eppure così lontano
2019
MPV Player: un riproduttore video minimalista per Linux
2019
Le migliori distribuzioni Linux basate su Fedora
2019