Toyota Motors e il suo viaggio in Linux

Questa è una presentazione della community dal suo lettore FOSS Malcolm Dean.

Ho parlato con Brian R Lyons di TMNA ​​Toyota Motor Corp North America riguardo all'implementazione di Linux nei sistemi di infotainment Toyota e Lexus. Sono venuto a scoprire che c'è un Automotive Grade Linux (AGL) utilizzato da diversi produttori autmobili.

Ho messo insieme un breve articolo che comprende la mia discussione con Brian su Toyota e il suo tentativo con Linux. Spero che agli appassionati di Linux piaccia questa breve chiacchierata.

Tutti i veicoli Toyota e Lexus useranno principalmente Automotive Grade Linux (AGL) per il sistema di infotainment. Questo è strumentale in Toyota Motor Corp perché, secondo Mr. Lyons "Come leader tecnologico, Toyota ha capito che l'adozione della metodologia di sviluppo open source è il modo migliore per tenere il passo con il rapido ritmo delle nuove tecnologie".

Come leader tecnologico, Toyota si rende conto che l'adozione della metodologia di sviluppo open source è il modo migliore per tenere il passo con il rapido ritmo delle nuove tecnologie. Clicca per Tweet

La Toyota, tra le altre società automobilistiche, pensava che andare con un sistema operativo basato su Linux sarebbe più economico e veloce quando si tratta di aggiornamenti e aggiornamenti rispetto all'uso di software proprietario.

Wow! Finalmente Linux in un veicolo. Io uso Linux ogni giorno sul mio desktop; un ottimo modo per espandere l'uso di questo fantastico software in un settore completamente diverso.

Ero curioso quando la Toyota decise di utilizzare l'Automotive Grade Linux (AGL). Secondo Mr. Lyons, risale al 2011.

"Toyota è stato un membro attivo e collaboratore di AGL dal suo lancio più di cinque anni fa, collaborando con altri OEM, Tier 1 e fornitori per sviluppare una piattaforma robusta basata su Linux con maggiore sicurezza e capacità"

Nel 2011, Toyota è entrata a far parte della Linux Foundation e ha avviato discussioni sul software IVI (In-Vehicle Infotainment) con altri OEM di automobili e aziende di software. Di conseguenza, nel 2012, il gruppo di lavoro Linux di Automotive Grade si è formato nella Linux Foundation.

Ciò che inizialmente fece la Toyota nel gruppo AGL fu di adottare un approccio "code first" come normale nei domini open source, e quindi avviare la conversazione sulla direzione iniziale specificando le specifiche dei requisiti che erano state discusse tra gli OEM delle auto, IVI Tier-1 aziende, società di software e così via.

Toyota si era già resa conto che la condivisione del codice software tra le società Tier1 stava diventando essenziale al momento in cui è entrata a far parte della Linux Foundation. Questo perché il costo di mantenere un software così grande era molto costoso e non era più differenziato dalle società Tier1. Toyota e le sue aziende fornitrici Tier1 desideravano spendere più risorse in nuove funzioni e nuove esperienze utente piuttosto che mantenere il codice convenzionale tutto da solo.

Questa è una cosa enorme quando le case automobilistiche sono entrate insieme per promuovere la loro cooperazione. Molte aziende lo hanno adottato dopo aver trovato software proprietario costoso.

Oggi, l'AGL viene utilizzato per tutti i veicoli Toyota e Lexus e viene utilizzato in tutti i mercati in cui vengono venduti i veicoli.

Come qualcuno che ha venduto auto per Lexus, penso che questo sia un enorme passo avanti. Io e altri colleghi di vendita avevamo molti clienti che sarebbero tornati a parlare con uno specialista della tecnologia per conoscere le funzionalità complete del loro sistema di infotainment.

Lo vedo come un enorme passo avanti per la comunità Linux e gli utenti. Il sistema operativo che usiamo quotidianamente viene messo in pratica davanti a noi anche se in forma modificata, ma non c'è nessuno.

Da dove viene questo? Si spera che l'esperienza sia più user-friendly e meno glitch per i consumatori.

Raccomandato

Come installare e configurare Plex su Ubuntu Linux
2019
Risolto il problema "Impossibile avviare la sessione" all'accesso in Ubuntu 16.04
2019
Controlla informazioni dettagliate sulla CPU in Linux con CoreFreq
2019