Questa Startup promette un desktop Linux efficiente dal punto di vista energetico

Da quando è stato rilasciato nel febbraio 2012, molte persone hanno provato a utilizzare il Raspberry Pi come sostituto del loro attuale computer desktop. Le persone dietro a Panther MicroPC stanno lavorando proprio con una scheda personalizzata e una distro Linux personalizzata. Se riescono a ottenere i finanziamenti, è così.

Il problema

L'introduzione del Raspberry Pi ha portato a molti progetti sorprendenti. L'unica cosa che, ne sono certo, tutti hanno detto quando hanno visto per la prima volta era "Mi chiedo se potrei eseguire un desktop su quello?" Con le prime versioni del Raspberry Pi era un lavoro ingrato perché la CPU funzionava a meno di 1 GHz e RAM equivalgono a mezzo Gig o meno.

C'è stata una raffica di cloni Raspberry Pi di vari gradi di qualità. La maggior parte offre più potenza, ma comporta anche rischi maggiori, come la mancanza di software, il supporto limitato e la mancanza di una comunità dietro di loro.

La soluzione

A partire da giugno 2016, un gruppo di sviluppatori ha deciso di provare a trasformare un Raspberry Pi 3 in un vero e proprio computer Linux. Dopo aver tentato di aggirare le carenze del Pi, decisero di creare un singolo computer di bordo personalizzato e di costruire il loro sistema attorno ad esso. Così nacque il Panther Alpha.

Di solito, quando si vuole creare un computer usando un Pi (o uno dei suoi cloni), è necessario acquistare alcuni componenti aggiuntivi, tra cui una custodia, un dongle Wi-Fi, una scheda Micro-SD, un alimentatore, e altro ancora. Il team dietro a Panther Alpha si prende cura di questo per conto tuo imballando la loro scheda in una custodia d'argento delle dimensioni di una piccola pila di CD per meno di $ 100.

Il sito web (e la campagna Kickstarter) sembrano spingere due importanti punti vendita nel tentativo di vendere il Panther Alpha alle imprese e all'istruzione.

Innanzitutto, puntano sul fatto che l'Alpha userà molta meno energia di un normale PC. Infatti, dicono che usare l'Alpha può consentire a "chiunque di ridurre il proprio consumo di energia fino al 77% senza assolutamente scendere a compromessi sulle prestazioni" .

In secondo luogo, hanno un po 'di rumore circa i 2 GB di RAM di Alpha e l'efficienza del suo sistema operativo Panther basato su Linux. Affermano che "Ciò che porta il computer desktop medio a circa 1.000 MB di RAM dopo l'avvio, Panther OS corrisponde a soli 200 MB" (dovrei menzionare qui che Panther OS è una build personalizzata di Fedora con Gnome 3 a tema simile a macOS).

Ecco una breve analisi delle specifiche tecniche di Alpha:

  • ARM Cortex-A53 a 64 bit quad-core da 2 GHz
  • Memoria integrata da 32 GB
  • 2 GB di RAM
  • Grafica Mali-450
  • 2x porte USB 2.0
  • lettore di schede microSD
  • Wi-Fi
  • Bluetooth 4.0
  • Ethernet
  • Uscita HDMI
  • 3.6 Jack per cuffie
  • Dimensioni 0, 61 pollici x 4, 25 pollici x 4, 25 pollici

Pensieri finali

La pagina Kickstarter di Panther Alpha fa di tutto per farla sembrare un clone di iMac. L'immagine nella parte superiore della pagina ha l'aspetto di un iMac recente. La custodia in argento di Panther Alpha sembra un Mac Mini. Persino Panther OS ha sfondi e dock di tipo macOs. D'altra parte, la descrizione parla di Windows 10.

Il mio punto è che dalle immagini sembra un mac-clone alimentato da un chip ARM e Linux. Se vogliono indirizzare le persone che usano macchine Windows (ancora una larga maggioranza), perché dare al tuo prodotto un aspetto Apple? Per me, confonde il problema.

Un altro problema che ho è con le loro specifiche. Secondo loro, la loro distribuzione personalizzata utilizzerà solo 200 MB dopo l'avvio. Gestisco Manjaro con Gnome 3 e dopo aver aperto Firefox e aperto un paio di schede, l'utilizzo della RAM è a nord di 1 GB. Come faranno a tirarlo fuori? Per me, la matematica non si aggiunge.

Alla fine, se il team Panther può mettere in produzione l'Alpha (che è sempre una possibilità indipendentemente dal prodotto), darebbe al Raspberry Pi una corsa per i suoi soldi. Se questo progetto sembra qualcosa che potrebbe interessarti, fermati dalla loro pagina e dai loro un paio di dollari.

Supporta Panther Alpha su Kickstarter

Il sito di analisi Kickstart calcola che se l'attuale tendenza al pegno continua, l'Alpha sarà finanziato solo per l'83% entro la fine della campagna. (Se finisci per ricevere un Alpha, lascia che sappia cosa ne pensi.)

Che tipo di esperienze hai avuto con Kickstarter, Raspberry Pi o dei cloni Pi come Omega o VoCore?

Se hai trovato questo articolo interessante, prenditi un minuto per condividerlo sui social media.

Raccomandato

Il nuovo lettore musicale Elisa di KDE: così vicino, eppure così lontano
2019
MPV Player: un riproduttore video minimalista per Linux
2019
Le migliori distribuzioni Linux basate su Fedora
2019