Fai attenzione! Ubuntu sta eliminando ufficialmente le immagini desktop a 32 bit

Breve: Ubuntu sta lasciando cadere le immagini desktop a 32 bit dalla prossima versione di Ubuntu 17.10. Questo apre la strada all'uccisione del supporto a 32 bit interamente dalle versioni future di Ubuntu.

Ricordi che ti ho parlato di Ubuntu considerando di lasciare il supporto a 32 bit a marzo di quest'anno? Sembra che la decisione sia stata finalmente presa.

Ubuntu sta ufficialmente lasciando cadere i build a 32 bit del desktop di Ubuntu 17.10.

Dimitri John Ledkov di Canonical, che aveva proposto la rimozione del supporto a 32 bit a marzo, ha incaricato il team di rilascio di Ubuntu di rimuovere le immagini desktop i386.

Per favore, leggi qui sotto e rimuovi le immagini quotidiane dal vivo di Ubuntu Desktop i386 dal manifest di rilascio per le pietre miliari Beta e Final di 17.10 e quindi non spedisci artefatto ubuntu-desktop-i386.iso per 17.10.

L'argomento principale per l'eliminazione del build di Ubuntu desktop a 32 bit è che "non c'è più alcun QA effettivo o test del prodotto desktop sull'hardware i386 reale". Restringere la base di utenti a 32 bit è l'ovvio fattore di guida qui.

Aspettare! Questa non è la fine di Ubuntu a 32 bit. Almeno non ancora!

Prima di saltare alle conclusioni, vorrei chiarire alcune cose. Questa non è la fine di Ubuntu a 32 bit interamente. Almeno non ancora.

L'idea qui è di rilasciare le immagini i386 DESKTOP . L'immagine desktop è ciò che ottieni per impostazione predefinita dal sito web di Ubuntu.

Ma ci sono altre varianti della stessa immagine. Esiste un'installazione di rete che consente di installare Ubuntu su una rete. Esiste anche un'alternativa minima di installazione con dimensioni dell'immagine di circa 60 Mb e consiste solo nella base di Ubuntu. Questa decisione di abbandonare il supporto a 32 bit non ha ancora impatto su queste installazioni.

Inoltre, puoi ancora aggiornare la tua installazione a 32 bit esistente alla più nuova Ubuntu 17.10.

Alla fine, non otterrai l'ISO di Ubuntu 17.10 a 32 bit predefinito dal suo sito web. Dovrai ricorrere all'ISO minimo e all'installazione netta. Entrambe queste non sono semplici da installare e non consentono un'anteprima dal vivo.

Riassumere:

  • Vengono rimosse solo le versioni desktop di Ubuntu a 32 bit
  • L'opzione di installazione netta a 32 bit è ancora disponibile
  • ISO minimo a 32 bit è ancora disponibile
  • Aggiornamento da versioni precedenti di Ubuntu a 32 bit ancora disponibili
  • Altre fonti ufficiali di Ubuntu come Xubuntu, Kubuntu, Lubuntu ecc non hanno ancora rilasciato il supporto a 32 bit

Il supporto a 32 bit continuerà a svanire

Ubuntu non è l'unico a mostrare la sua riluttanza a supportare 32 bit. Manjaro Linux aveva abbandonato il supporto a 32 bit in precedenza insieme ad Arch Linux. Le nuove distribuzioni Linux come Nitrux e Antergos non hanno mai avuto un'opzione a 32 bit.

Inoltre, molti sviluppatori di applicazioni hanno interrotto il supporto per i sistemi a 32 bit. Google Chrome è uno di questi esempi. Anche il nuovo Skype per Linux non supporta Linux a 32 bit.

Considerando che l'ultimo sistema a 32 bit è stato prodotto probabilmente a più di 10 anni di distanza, è naturale che il supporto per l'hardware più vecchio scompaia gradualmente. Il che ci porta alla domanda scottante: stiamo guardando alla fine di Linux a 32 bit?

Sorprendi qualcuno?

Anche se potrebbe non essere una sorpresa per tutti, sono rimasto sorpreso dalle novità di Ubuntu che hanno lasciato i build desktop a 32 bit.

Il motivo è che sono stato a UbuCon a Parigi all'inizio di questo mese. E c'è stata una discussione particolare sul supporto a 32 bit. Dustin Kirkland, VP dello sviluppo prodotto di Canonical, ha assicurato specificatamente che Ubuntu continuerà il supporto a 32 bit almeno fino al 2021.

Potrebbe non essere sbagliato qui perché Canonical non ha abbandonato completamente il supporto di Ubuntu a 32 bit. Ubuntu dovrebbe continuare il supporto a 32 bit per la versione LTS esistente, ma non si può dire lo stesso delle prossime versioni.

Chiaramente, non ci sarà più supporto a 32 bit per le prossime versioni di Ubuntu. Sarebbe interessante vedere come altri sapori di Ubuntu gestiscono questo. Considerando che l'installazione minima supporta ancora il supporto a 32 bit, penso che alcuni tipi di Ubuntu come Lubuntu e Xubuntu continueranno a fornire ISO desktop a 32 bit.

Cosa pensi? Condividi le tue opinioni nella sezione commenti qui sotto.

Raccomandato

10 consigli killer per velocizzare Ubuntu Linux
2019
Nascondi le cartelle e mostra i file nascosti in Ubuntu Linux
2019
TrueOS: una semplice distribuzione BSD per gli utenti desktop
2019