Sistema operativo Open Source Supporta ancora l'architettura a 32 bit e perché è importante

Una dopo l'altra, le distribuzioni Linux stanno perdendo supporto a 32 bit. Oppure, per essere precisi, rilasciano il supporto per l'architettura Intel x86 a 32 bit (IA-32). In effetti, i computer basati su hardware x86_64 (x86-64) sono superiori in ogni modo alla loro controparte a 32 bit: sono più potenti, funzionano più velocemente, sono più compatti e più efficienti dal punto di vista energetico. Non menzionare il loro prezzo è notevolmente diminuito in pochi anni.

Se hai la possibilità di passare a 64 bit, fallo. Ma, per citare una mail che ho ricevuto recentemente da Peter Tribble, autore di Tribblix: "[...] nel mondo sviluppato assumiamo che possiamo sostituire le cose; in alcune parti del mondo in via di sviluppo i vecchi sistemi IA-32 sono ancora la norma, con 64 bit che sono rari. "

Era una premessa del movimento open source per rendere il software accessibile a tutti ovunque. È sfortunato che a volte ci dimentichiamo che significa anche persone che utilizzano hardware obsoleto. Compreso quel "vecchio computer", che hai buttato via qualche anno fa. Naturalmente, possiamo mettere in discussione i meriti della gestione di un computer basato su Pentium o 80486 nel 21 ° secolo. Ma considerare semplicemente l'architettura IA-32 come una cosa del passato significherebbe ignorare un'altra nicchia, ben viva questa: i sistemi embedded.

Distribuzioni Linux a 32 bit e altri sistemi operativi open source

Quindi, sia che si tratti di far rivivere un vecchio computer desktop, di far funzionare un server venerabile o di progettare un dispositivo IoT ( Internet of Things ) nuovo di zecca ma limitato, vediamo ora quali sistemi operativi FOSS stanno ancora supportando l'architettura IA-32 oggi .

Tribblix

nocciolo

illumos (Solaris)

Riferimento

//www.tribblix.org/

Linux non è l'unico sistema operativo libero. Certo, lo sai. Ma sai di Solaris? Se mi leggi regolarmente, potresti aver imparato una cosa o due in un precedente articolo. Dico questo perché anche quando si esegue l'hardware a 32 bit, si può ancora godere di una distribuzione basata su illumos con Tribblix . Perfetto per il lavoro del server!

Naturalmente, e sarà così per tutti gli altri sistemi operativi menzionati qui, anche se il sistema operativo sta lavorando sul tuo sistema IA-32, ciò non significa che ogni applicazione possa essere eseguita. Sfortunatamente, gli sviluppatori di applicazioni stanno anche riducendo il supporto per l'architettura x86 a 32 bit. Ma questa è un'altra storia.

FreeBSD

nocciolo

FreeBSD

userland

BSD

Riferimento

//www.freebsd.org/platforms/i386.html

FreeBSD supporta ancora l'architettura i386 come "tier 1". Nel vocabolario di FreeBSD significa che è completamente supportato e pronto per la produzione. Sicuramente un'altra opzione per il tuo server. Dato che FreeBSD supporta SMP (multi-chip, multi-core e / o hyperthreading design) può essere utile se si trova un vecchio server Xeon "Prestonia" o "Gallatin" sul secondo (o terzo) mercato delle mani.

Presumo che FreeBSD rimanga utilizzabile per gli usi desktop. Ma anche se è possibile eseguire FreeBSD su CPU vecchia come 80486, ricorda che le moderne applicazioni GUI tendono ad essere molto esigenti in termini di prestazioni e memoria del processore.

Parlando di memoria, abilitando il supporto PAE, FreeBSD dovrebbe essere in grado di indirizzare più di 4 GB di RAM. Qualcosa che mi piacerebbe sentire nella sezione commenti se si esegue tale configurazione!

OpenBSD

nocciolo

BSD

Riferimento

//www.openbsd.org/i386.html

OpenBSD supporta ancora tutte le "CPU compatibili con Intel 80486 o superiore, con supporto in virgola mobile hardware compatibile con Intel" .

Il supporto di OpenBSD per i386 è per lo più alla pari con il supporto di FreeBSD. In effetti, alcuni driver OpenBSD sono adattati da FreeBSD (e NetBSD). Altri sono stati scritti appositamente per OpenBSD. Quindi, se gestisci dispositivi un po 'esotici, ti incoraggio a provare i tre "grandi" sapori BSD per determinare quale abbia il miglior supporto per il tuo hardware.

Ehi, aspetta un attimo, ho detto i tre sapori BSD? Ho appena dimenticato di parlare di NetBSD!

NetBSD

nocciolo

BSD

Riferimento

//wiki.netbsd.org/ports/i386/

NetBSD non è lasciato indietro riguardo al supporto i386. Infatti, può supportare una gamma più ampia di schede madri rispetto a OpenBSD poiché NetBSD funzionerà "su sistemi PCI-Express, PCI e CardBus, oltre a hardware più vecchio con PCMCIA, VL-bus, EISA, MCA e ISA (AT- bus) con o senza coprocessori matematici. "

Particolarmente interessante per le appliance basate su IA-32 che cercano un aggiornamento del SO.

Debian

nocciolo

Linux 4.9

userland

GNU

Riferimento

//www.debian.org/releases/stable/i386/ch02s01.html.en

Lasciamo ora il regno di BSD per entrare nel territorio di Linux. Mentre Ubuntu ha recentemente abbandonato il supporto IA-32, il suo progetto di base, Debian, sta ancora supportando tale architettura. A priori fintanto che sarà supportato a monte nel kernel di Linux.

Per citare il progetto Debian:

Quasi tutti i processori basati su x86 (IA-32) ancora in uso nei personal computer sono supportati. Questo include anche processori AMD e VIA (ex Cyrix) a 32 bit e processori come Athlon XP e Intel P4 Xeon.

Tuttavia, Debian GNU / Linux stretch non verrà eseguito su processori 586 (Pentium) o precedenti.

Ciò significa che le moderne distribuzioni Debian limitano il loro supporto a hardware leggermente più recente rispetto alle distribuzioni * BSD. È un problema? Bene, dipende da quale dispositivo hai. Ma non sono sicuro che molti di noi abbiano ancora un computer basato su 80486 in condizioni di lavoro. O siamo noi?

MX Linux

nocciolo

Linux 3.16 (Debian Jessie)

userland

GNU

Riferimento

//mxlinux.org/user_manual_mx16/mxum.html#toc-Subsection-1.3

Per citare il sito ufficiale, MX Linux "è un sistema operativo di medie dimensioni progettato per combinare un desktop elegante ed efficiente con una configurazione semplice, elevata stabilità, prestazioni solide e ingombro di dimensioni medie".

Se stai cercando una distribuzione Linux basata su Debian, stabile, facile da installare e configurare, con una curva di apprendimento uniforme e lavorando su hardware legacy, MX Linux è la distribuzione da provare. È soprattutto una buona scelta quando si desidera "resuscitare" un vecchio laptop Windows e allo stesso tempo convincere tuo marito / moglie dei meriti di Linux.

MX-16 (la versione attuale aggiornata) è basata su Debian Jessie, quindi supporta ancora il processore i486, mentre il suo supporto è stato rilasciato in Debian Stretch (l'attuale versione "stabile" di Debian). Vale la pena ricordare che MX Linux utilizza l'ambiente desktop Xfce4 leggero ed è privo di sistema, qualcosa che potrebbe convincere alcuni di voi a usarlo. Parlando di preoccupazioni o obiezioni filosofiche riguardo a systemd, vale la pena menzionare Devuan ora.

devuan

nocciolo

Linux 3.16 (Debian Jessie)

userland

GNU

Riferimento

//devuan.org/os/

Conoscete Devuan, il porto "libero da sistema" di Debian? Come molti progetti derivati, continuerà a supportare l'architettura IA-32 finché sarà supportata a monte. Come MX Linux che ho menzionato sopra, Devuan è un po 'indietro rispetto al ciclo di rilascio di Debian. Anche in questo caso, l'attuale versione stabile di Devuan è basata su Debian Jessie (vecchia versione stabile), che non è una brutta cosa nel nostro caso poiché ciò significa che abbiamo ancora il supporto per i486 anche qui.

CentOS

nocciolo

Linux 4.11

userland

GNU

Riferimento

//wiki.centos.org/SpecialInterestGroup/AltArch/i386

Mentre Red Hat supporta solo architetture x86-64, è gratuito e supportato dalla comunità. CentOS supporta altre architetture, tra cui IA-32, tramite il gruppo di interesse speciale AltArch.

È solo grazie al duro lavoro e alla dedizione dei volontari che abbiamo l'opportunità di eseguire CentOS su IA-32. E Red-Had non fa particolari sforzi per facilitare la porta di RHEL a legacy o hardware vincolato. Johnny Hughes, Software Engineer per il CentOS Project, è stato così gentile da condividere alcune figure con me:

Sono stato in grado di ottenere un'installazione ogni volta a 1536 MB. A 1408 MB

ha funzionato quasi ogni volta (1 errore in 6 tentativi). A 1280 MB, ho avuto

problemi quasi sempre usando il programma di installazione della GUI. Sono stato in grado di ottenere un'installazione minima a 1280 MB in modalità di installazione basata su testo. Tutto fallisce a 1024 MB (testo e GUI).

Concretamente è possibile eseguire un sistema CentOS già installato su una CPU i686 o superiore, con un minimo di 256 MB di RAM. Qualcosa che lo rende particolarmente adatto all'utilizzo su computer a scheda singola o dispositivi IoT che eseguono un SoC IA-32 (come Intel Quark SoC). Ma su hardware con RAM limitata, non sarai in grado di utilizzare il programma di installazione standard . Dovrai quindi trovare un'altra soluzione per eseguire il bootstrap di un sistema di base, come copiare direttamente un'immagine a 32 bit preinstallata sul tuo target.

Slackware

nocciolo

Linux 4.4

Riferimento

//www.slackware.com/

userland

GNU

Slackware è probabilmente la più vecchia distribuzione Linux ancora mantenuta, con una versione iniziale risalente al 1993. Per molto tempo, Slackware era una distribuzione solo IA-32, con supporti a 64 bit risalenti solo al 2009.

Ma non solo Slackware supporta ancora l'architettura IA-32, ma se acquisti il ​​CD dal negozio ufficiale (che è una buona idea per supportare il progetto), otterrai SOLO immagini binarie IA-32.

Per me, questo è un segno della costante dedizione degli sviluppatori per l'architettura x86_32. Se Slackware beneficia di una buona reputazione, come l'opposto delle altre distribuzioni di cui sopra, non ricordo di aver mai usato Slackware da solo su un sistema IA-32. Se l'hai provato tu stesso, non esitare a dare il tuo feedback nella sezione commenti.

Tiny Core Linux

nocciolo

Linux 4.8

userland

busybox

Riferimento

//distro.ibiblio.org/tinycorelinux/faq.html#req

Per gli utenti più esperti, e se non hai paura di guardare sotto il cofano, puoi provare Tiny Core Linux . Tiny Core Linux segue un obiettivo ereditato dal progetto Damn Small Linux ora dormiente: essere in grado di eseguire Linux con un ingombro minimo.

Come caratteristica distintiva, TCL è interamente contenuto in un archivio cpio compresso che popola il disco RAM iniziale all'avvio del kernel Linux. Eseguito da RAM, Tiny Core Linux è molto veloce e consente di avviare i sistemi senza disco sulla rete tramite PXE. Perfetto per un sistema legacy con dischi rotti, beh, intendo: per i sistemi "diskless".

Secondo la documentazione, Tiny Core Linux può eseguire CPU x86 a partire da 80486 e 46 MB di RAM per la versione GUI (28 MB per Micro Core, la versione "solo testo"). Neanche io ho esperienza con TCL, quindi ti lascio controllare queste affermazioni. Ancora una volta, la sezione dei commenti sarà il posto migliore per condividere i risultati dei tuoi esperimenti!

Linux alpino

nocciolo

Linux 4.4 (indurito)

userland

busybox

Riferimento

//alpinelinux.org/downloads/

Parlando di distribuzioni a basso ingombro, parliamo di Alpine Linux . Se stai cercando una distribuzione Linux "piccola, semplice, sicura", questa è la cosa da investigare. Vale la pena menzionare le sue qualità ha reso una scelta popolare per le applicazioni basate su container (aka Docker).

Ma per quello che ci interessa oggi, è anche una valida opzione per funzionare su un hardware legacy e vincolato. Non sono sicuro che lo userei come sistema base per un computer desktop (non sono nemmeno sicuro che tu possa farlo - facilmente, intendo) ma per eseguire un server, sarebbe perfetto. Qualcosa che può o non può avere importanza per te, Alpine Linux non sta usando systemd, ma il sistema init di OpenRC, inizialmente scritto per Gentoo. E questo mi dà una transizione perfetta ...

Gentoo

nocciolo

Linux 4.12

userland

GNU

Riferimento

//wiki.gentoo.org/wiki/Handbook:X86

Come l'opposto delle distribuzioni Linux che ho descritto sopra, Gentoo è una distribuzione sorgente . Ciò significa che il modo "naturale" di utilizzarlo è lasciare che il gestore dei pacchetti scarichi il codice sorgente del software da installare, quindi compilalo in modo specifico per il tuo computer prima dell'installazione. Altre distribuzioni erano distribuzioni binarie che scaricavano una versione pre-compilata e in qualche modo "generica" ​​del software.

Come altre distribuzioni di sorgenti, solleva un problema di gallina e uova: come installare Gentoo se non lo hai già installato? La soluzione è avviare il sistema scaricando prima un'immagine tarball precompilata di Gentoo contenente il kernel e gli strumenti di base, quindi ricostruiscila per il tuo hardware da quella immagine binaria generica. Questo non è il modo più semplice di fare l'utente. Soprattutto per gli utenti domestici. Ma, sicuramente, questo è un modo eccellente per ottenere ogni singola goccia di energia disponibile da un hardware legacy.

E le altre distribuzioni Linux a 32 bit?

Beh, io non sono un "distributore di distro", quindi ho solo menzionato qui il sistema operativo che usavo da me o che ho sentito un buon feedback da conoscenti di fiducia.

Ma molte altre distribuzioni rivendicano il supporto per IA-32. E ti incoraggio a menzionare quelli che ho perso nella sezione dei commenti. Alcuni di loro sono progetti di nicchia. Altri sono popolari, come il leggero Peppermint OS o Bodhi Linux . Tuttavia, il problema è che molti di loro sono distribuzioni derivate e quindi sono alla mercé di scelte strategiche a monte. Come Arch Linux, il supporto a 32 bit e Canonical si stanno gradualmente disimpegnando dal mercato IA-32 non utilizzando più le sue risorse per testare e compilare la versione desktop di Ubuntu . Lasciando che siano a carico della comunità di progetto derivata se possono / vogliono / averne bisogno.

A proposito di questo, posso citare qui il progetto Arch Linux 32 che mira a mantenere vivo il supporto i686 per gli utenti di Arch Linux, ora è stato abbandonato a monte.

Allo stesso modo, il progetto Manjaro 32 è nato per continuare a fornire il popolare derivato Manjaro Arch Linux per gli utenti IA-32.

Certamente, tutti quei progetti, grandi o piccoli, hanno bisogno del nostro rispetto e supporto, anche se non siamo tutti utenti diretti dell'architettura IA-32. Perché l'abbandono dell'architettura x86 a 32 bit rivela un paradosso interessante del mondo Linux: con la sua crescente popolarità, tendiamo a dimenticare a volte Linux non è solo un sistema operativo desktop . Anche se è vero che non puoi comprare un nuovo computer "IA-32", molti SoC basati su quell'architettura sono ancora realizzati, specialmente per il mercato degli oggetti e dei dispositivi embedded. Presumo che il kernel continuerà a supportare questa piattaforma per molti anni. Ma avremo ancora una distribuzione da aggiungere al kernel a 32 bit?

Raccomandato

Come aggiornare facilmente il kernel di Linux in Ubuntu e Linux Mint
2019
12 computer a scheda singola: alternativa a Raspberry Pi
2019
Rilascio di Solus 3! Scopri le nuove funzionalità
2019