MyStory: Come sto usando Linux su un laptop di 13 anni

Questo articolo è il primo della serie di "la mia esperienza con Linux e / o open source". Se vuoi condividere la tua storia, sentiti libero di contattarmi: Abhishek

Mi chiamo Roy Davies, un ex ingegnere di produzione di 70 anni. Mi sono ritirato 15 anni fa, avendo lavorato per 40 anni nel settore automobilistico nel Regno Unito.

Alla fine del 2013, ho recuperato il mio vecchio laptop Acer TravelMate 2420 vintage del 2002 da mio nipote. L'aveva avuto dal 2007 quando l'ho sostituito con un Acer Aspire 5735. L'ho sostituito per un nuovo Apple Mac Book Air, perché aveva bisogno di qualcosa di più nuovo e più veloce per il suo lavoro al college.

In breve, l'Acer TravelMate 2420 è un laptop da 14 "con CPU Intel Celeron M, 512 MB di memoria e un disco rigido da 40 GB. Ottime caratteristiche di base con tutte le connessioni abituali e un DVD-RW di serie. Ho aggiornato la memoria a 2 GB, il massimo che poteva supportare. È stato acquistato preinstallato con Windows XP Home Premium.

OK. Avevo un vecchio portatile, un po 'rovinato dalle fessure attorno ai cardini, ma funzionava ancora. L'ho ripulito e ho reinstallato XP. All'incirca in quel periodo, Microsoft ha confermato che avrebbero tolto la spina agli aggiornamenti e al supporto per XP il 14 febbraio 2014. Quindi ho pensato di tenerlo come scorta.

Poi, a febbraio e marzo 2014, la rivista Computer Active ha pubblicato una serie di articoli, "Guida alla sopravvivenza di Windows XP". Le parti 4 e 5 erano "Passaggio a Linux" e "Rendi Linux più simile a Windows". Con niente da perdere, ho morso il proiettile e così ho iniziato il mio viaggio su Linux e l'introduzione al "Software libero e open source".

Seguendo gli articoli, ho installato Ubuntu 12.04 LTS, poi il desktop Xubuntu XFCE e infine installato il 'tema Windows 7'. Sembrava buono e aveva l'aspetto familiare di Windows 7 a cui ero abituato sul mio secondo laptop.

Quindi, ho trovato Distrowatch.com. Questo ha aperto un nuovo mondo di opportunità. Guardando la lista dei "successi" di Distrowatch, ho deciso di provare Linux Mint 15. Che delizia, l'aspetto familiare con nessuna delle seccature, né alcun costo. Ci è voluto un po 'per venire a patti con "il terminale", ma ho avuto il tempo. Alla fine, è arrivato "It's FOSS" con notizie, suggerimenti e trucchi per aiutarmi a capire di che cosa sia Linux e per dare supporto e informazioni su ciò che gli altri stanno usando Linux in questo grande mondo in cui viviamo.

Negli ultimi 18 mesi, ho installato un certo numero di distro Linux (ho imparato anche il gergo) e infine ho optato per LXLE 12.04.3 (ora al 12.04.5). Che gemma. Veloce, semplice, facile da mantenere. Con l'era del laptop, ho dovuto attenermi all'architettura a 32 bit. Usare tutti i pacchetti open source gratuiti per fare tutto ciò che prima mi costava una fortuna, tutto per niente. Questo è ciò che FREE significa per me.

Questo è il mio computer da cavallerizza, tutte le mie attività quotidiane sono fatte su questo portatile Acer di 13 anni. Come me, potrebbe essere passato è perfetto ma è ancora in grado di una buona giornata di lavoro.

Quest'anno ho convertito altri cinque laptop, di varie marche, sulla piattaforma Linux. Acer di un amico a LXLE, laptop di due vicini di casa a Linux Mint 17.2 xfce, Dell di mia moglie a LMDE v1 Cinnamon e il mio Acer Aspire 5735 a Linux Mint 17.3 "Rosa" Cannella. Tutti eseguono LibreOffice, Firefox, Thunderbird, Chromium, Brasero e GIMP, dando loro un software compatibile a quelli precedentemente utilizzati nei loro ambienti Windows 7 o Vista.

Mi sto godendo il mio viaggio con Linux, dimostrando a me stesso che nessuno è troppo vecchio per imparare qualcosa di nuovo, e non vedo l'ora di fare molte altre escursioni lungo la via del FOSS. (È un gioco di parole, gente. La Fosse Way è un'antica strada romana in Inghilterra, che corre a 280 miglia da Exeter nel sud-ovest a Lincoln nel nord-est).

Per coloro che sono già in un simile viaggio su Linux, capirai il mio entusiasmo per Linux e FOSS. Per coloro che ancora non si uniranno a noi, provaci, non rimarrai deluso.

Alla fine, i miei ringraziamenti alla rivista It's FOSS, DistroWatch e ComputerActive per avermi dato l'informazione, il supporto e la fiducia per intraprendere questo meraviglioso viaggio.

Roy Davies

Raccomandato

Come guardare le distribuzioni basate su Linux su Hulu On Arch
2019
Xenlism WildFire: Minimal Icon Theme per desktop Linux
2019
Midori: un browser Web open source leggero
2019