Insync: il modo senza problemi di utilizzare Google Drive su Linux

Usare Google Drive su Linux è un problema e probabilmente lo sai già. Non esiste un client desktop ufficiale di Google Drive per Linux. Sono passati più di sei anni da quando Google ha promesso Google Drive su Linux ma non sembra che stia succedendo.

In assenza del client ufficiale di Google Drive su Linux, non hai altra scelta che provare le alternative. Ho già discusso un numero di strumenti che ti consentono di utilizzare Google Drive su Linux. Uno di questi strumenti è Insync e, a mio parere, questa è la soluzione migliore per un'esperienza nativa di Google Drive su desktop Linux.

Si noti che Insync non è un software open source. Diamine, non è nemmeno gratis da usare.

Ma ha così tante caratteristiche che diventa uno strumento essenziale per quegli utenti Linux che fanno molto affidamento su Google Drive.

Ho discusso brevemente di Insync nel vecchio articolo su Google Drive e Linux. In questo articolo, parlerò in dettaglio delle funzionalità di Insync.

Insync porta l'esperienza nativa di Google Drive sul desktop Linux

La competenza principale di Insync è la sincronizzazione del tuo Google Drive, ma l'app è molto più di questo. Ha funzionalità per aiutarti a massimizzare e controllare la tua produttività, il tuo Google Drive e i tuoi file come:

  • Accesso multipiattaforma (supporta Linux, Windows e macOS)
  • Facile accesso a più account Google Drive
  • Scegli la tua posizione di sincronizzazione. Sincronizza i file sul tuo disco rigido, unità esterne e NAS!
  • Supporto per funzionalità come la corrispondenza dei file, il collegamento simbolico e l'elenco ignorato

Lascia che ti mostri alcune delle caratteristiche principali in azione:

Cross-platform nel vero senso

Insync afferma di eseguire la stessa app su tutti i sistemi operativi, cioè Linux, Windows e macOS. Ciò significa che puoi accedere alla stessa UI su diversi SO, semplificando la gestione dei tuoi file su più macchine.

L'interfaccia utente di Insync e il percorso predefinito della cartella Insync.

Gestione di più account Google

L'interfaccia Insync ti consente di gestire più account Google Drive senza interruzioni. Puoi facilmente passare da un account all'altro semplicemente facendo clic sul tuo account Google.

Passaggio da più account Google

Cartelle di sincronizzazione personalizzate

Personalizza il modo in cui sincronizzi file e cartelle. È possibile impostare facilmente la destinazione di sincronizzazione in qualsiasi punto della macchina, comprese le unità esterne e le unità di rete.

Personalizza la posizione di sincronizzazione

La modalità di sincronizzazione selettiva consente inoltre di selezionare facilmente un numero di file e cartelle che si desidera sincronizzare (o non sincronizzare) nel computer locale. Ciò include la sincronizzazione selettiva dei file all'interno delle cartelle.

Sincronizzazione selettiva

Ha caratteristiche come la corrispondenza dei file e 'ignora lista' per aiutarti a filtrare i file che non vuoi sincronizzare o file che hai già sul tuo computer.

Evita la duplicazione dei file

L '"elenco ignora" consente di impostare regole per escludere determinati tipi di file dalla sincronizzazione.

Sincronizzazione selettiva basata su regole

Se preferisci lavorare fuori dal desktop, hai una funzione "Aggiungi ad Insincronizzazione" che ti permetterà di aggiungere qualsiasi file locale al tuo Drive.

Sincronizza i file direttamente dal tuo desktop

Insync supporta anche i collegamenti simbolici per quelli con flussi di lavoro che utilizzano collegamenti simbolici. Per ulteriori informazioni su Insync e collegamenti simbolici, è possibile fare riferimento a questo articolo.

Funzionalità esclusive per Linux

Insync supporta le distribuzioni Linux a 64 bit più comunemente usate come Ubuntu, Debian e Fedora . Puoi controllare l'elenco completo del supporto per la distribuzione qui.

Insync ha anche il supporto headless per coloro che cercano di sincronizzare l'interfaccia della riga di comando. Questo è perfetto se si utilizza una distribuzione che non è completamente supportata dall'app della GUI o se si sta lavorando con i server o se si preferisce semplicemente la CLI.

Interfaccia della riga di comando

Puoi saperne di più sull'installazione e l'esecuzione di Insync headless qui.

Prezzi Insync e sconti speciali

Insync è uno strumento premium e viene fornito con un cartellino del prezzo. Hai 2 licenze tra cui scegliere:

  • Prime ha un prezzo di $ 29, 99 per account Google. Avrai accesso a: sincronizzazione multipiattaforma, accesso a più account e supporto .
  • I team hanno un prezzo di $ 49, 99 per account Google. Sarai in grado di accedere a tutte le funzionalità Prime + alla sincronizzazione dei Drive del team

È una tassa una tantum che significa che una volta acquistata, non devi pagare di nuovo. In un mondo in cui ogni cosa viene pagata mensilmente, è conveniente pagare software che è ancora una tantum!

Ogni account Google ha una prova gratuita di 15 giorni che ti consentirà di testare l'intera suite di funzionalità, inclusa la sincronizzazione dei Drive del team.

Se pensi che sia un po 'caro per il tuo budget, ho buone notizie per te. Come lettore di It's FOSS, ottieni Insync con uno sconto del 25%.

Basta usare il codice ITSFOSS25 al momento del checkout e otterrai uno sconto immediato del 25% su qualsiasi licenza. Non è bello?

Se non sei ancora sicuro, puoi provare Insync gratuitamente per 15 giorni. E se pensi che valga la pena, acquista la licenza con il codice coupon ITSFOSS25 .

Puoi scaricare Insync dal loro sito web.

Ottieni la sincronizzazione

Ho usato Insync dal momento in cui era disponibile gratuitamente e mi è sempre piaciuto. Hanno aggiunto più funzionalità nel tempo e migliorato l'interfaccia utente e le prestazioni. Nel complesso, è una bella applicazione se usi molto Google Drive e non ti importa pagare gli sforzi degli sviluppatori.

Raccomandato

Come installare e configurare Plex su Ubuntu Linux
2019
Risolto il problema "Impossibile avviare la sessione" all'accesso in Ubuntu 16.04
2019
Controlla informazioni dettagliate sulla CPU in Linux con CoreFreq
2019