Come verificare il checksum in Linux

Breve: questa guida per principianti ti dice che cos'è il checksum, quali sono i checksum md5, sha256 o sha-1, perché viene utilizzato il checksum e come verificare il checksum in Linux.

Cos'è il Checksum?

Il checksum è come un'impronta digitale di un file. In termini tecnici,

Un checksum è un dato di piccole dimensioni proveniente da un blocco di dati digitali allo scopo di rilevare errori che potrebbero essere stati introdotti durante la sua trasmissione o memorizzazione.

Bene, la somma di controllo è una lunga serie di dati contenenti varie lettere e numeri. Generalmente li trovi mentre scarichi file dal web, ad esempio immagine di distribuzione Linux, pacchetti software ecc.

L'uso più comune del checksum è nel verificare se il file scaricato è corrotto.

Ad esempio, la pagina di download di Ubuntu MATE include il checksum SHA256 per ogni immagine disponibile lì. Quindi, dopo aver scaricato un'immagine, è possibile generare un checksum SHA256 e verificare se il valore di checksum corrisponde a quello indicato nel sito.

In caso contrario, ciò significa che l'integrità dell'immagine scaricata è compromessa (forse è stata danneggiata durante il processo di download). Utilizzeremo il file di immagine " ubuntu-mate-16.10-desktop-amd64.iso " di Ubuntu Mate per questa guida.

Come viene generato il checksum?

Il checksum è generato dall'algoritmo del checksum . Senza entrare nei dettagli tecnici, diciamo che prende un file come input e restituisce il valore di checksum di quel file. Esistono vari algoritmi per generare il checksum. Gli algoritmi di checksum più popolari sono:

  • Algoritmi e varianti hash sicuri (SHA-1, SHA-2 ecc.)
  • Algoritmo MD5

Vediamo come verificare il checksum in Linux.

Iscriviti al nostro canale YouTube per altri video di Linux

Come utilizzare il checksum per verificare l'integrità del file [modo GUI]

Se stai cercando una soluzione grafica, puoi usare GtkHash .

GtkHash è uno strumento ingegnoso per generare e verificare vari checksum. Supporta un'ampia gamma di algoritmi di checksum, inclusi SHA, MD5 e altri. Ecco un elenco di algoritmi supportati:

GtkHash supportato Algoritmi di checksum

Installazione di GtkHash su Ubuntu

Per installare GtkHash sul tuo sistema Ubuntu, esegui semplicemente il seguente comando:

 sudo apt install gtkhash 

Questo è tutto.

Per selezionare gli algoritmi di checksum da utilizzare :

  • Vai a Modifica > Opzioni del menu Preferenze .
  • Seleziona quelli che desideri utilizzare.
  • Premi il pulsante Chiudi .

Per impostazione predefinita, MD5, SHA-1 e SHA256 sono selezionati.

Utilizzando GtkHash

Usarlo è abbastanza semplice.

  • Seleziona il file che vuoi controllare
  • Ottieni il valore del checksum dal sito web e inseriscilo nella casella di controllo .
  • Fai clic sul pulsante Hash .
  • Questo genererà i valori di checksum con gli algoritmi selezionati.
  • Se uno di essi corrisponde alla casella di controllo, verrà visualizzato un piccolo segno di spunta accanto.

Ecco un esempio che mostra GtkHash che genera il checksum per l'immagine iso di UbuntuMATE ( ubuntu-mate-16.10-desktop-amd64.iso ):

GtkHash con UbuntuMATE iso

Verifica il checksum nella riga di comando di Linux

Ogni distribuzione Linux viene fornita con strumenti per vari algoritmi di checksum. È possibile generare e verificare il checksum con loro. Gli strumenti di checksum della riga di comando sono i seguenti:

  • Lo strumento di checksum MD5 è chiamato: md5sum
  • Lo strumento di checksum SHA-1 è chiamato: sha1sum
  • Lo strumento di checksum SHA-256 è chiamato: sha256sum

Ce ne sono altri disponibili, ad esempio: sha224sum, sha384sum ecc. Tutti usano formati di comando simili. Vediamo un esempio dell'utilizzo di sha256sum . Utilizzeremo lo stesso file di immagine " ubuntu-mate-16.10-desktop-amd64.iso " come in precedenza.

Generazione e verifica del checksum SHA256 con sha256sum

Per prima cosa vai nella directory in cui è memorizzata l'immagine .iso :

 cd ~ / itsfoss 

Ora, per generare il checksum SHA256, immettere il seguente comando:

 sha256sum ubuntu-mate-16.10-desktop-amd64.iso 

Otterrai il checksum SHA256 nella tua finestra di terminale! Facile, non è vero?

Generazione di checksum SHA256 per UbuntuMATE iso

Se il checksum generato corrisponde a quello fornito nella pagina di download di UbuntuMATE, ciò significa che: nessun dato è stato modificato durante il download del file o la messa in altro, il file scaricato non è danneggiato.

Gli altri strumenti menzionati funzionano in modo simile.

Quanto esattamente funziona?

Se vi state chiedendo, con quale precisione questi checksum rilevano i file danneggiati - se cancellate o modificate anche un solo carattere da uno qualsiasi dei file di testo all'interno dell'immagine ISO, l'algoritmo di checksum genererà un valore di checksum completamente diverso per quella immagine ISO modificata. E questo sicuramente non corrisponderà al checksum fornito nella pagina di download.

Sei checksum?

Uno dei passaggi suggeriti durante l'installazione di Linux è verificare il checksum di ISO ISO. Segui sempre questo passaggio o lo fai solo quando qualcosa va storto con l'installazione?

Questa guida è stata utile? Se avete domande, fatecelo sapere! E anche se hai bisogno di una guida simile per qualcos'altro, contattaci, siamo qui per aiutarti.

Raccomandato

Risolvi "Le seguenti firme non erano valide: BADSIG" in Ubuntu
2019
La Bulgaria rende obbligatorio l'open source per tutti i software governativi
2019
Dai al tuo desktop un rifacimento con il tema dell'icona Super Flat Remix
2019