La città tedesca Gummersbach completa il passaggio all'open source

Gummersbach, una città nello stato del Nord Reno-Westfalia, in Germania, ha annunciato che ha completato il suo passaggio ai PC Linux. Lo switch è stato eseguito sulla scia della cessata sospensione del supporto di Windows XP da parte di Microsoft.

Questa migrazione ha salvato la città in cinque cifre. Potrebbe non essere redditizio come un milione di euro risparmiato dalla città francese di Tolosa con la migrazione open source, ma la città salverà di più in futuro con risparmi sulle licenze proprietarie e minori costi hardware.

L'amministrazione cittadina ora utilizza 300 thin client, con un cluster di server desktop SuSE Linux Terminal di sei server. L'ambiente desktop è Mate. Questi PC utilizzano la suite per ufficio LibreOffice e la suite di e-mail Open-Xchange, strumenti di messaggistica istantanea, calendario e collaborazione online.

Sono stati conservati 25 PC per eseguire Microsoft Windows per eseguire applicazioni specifiche utilizzate dal desk di Civil Service e per software di progettazione assistita dal computer in uso dalla città.

La tendenza dell'adozione dell'open source è stata abbastanza positiva nelle città europee. È aumentato dopo la fine di Windows XP. Diverse città italiane e spagnole hanno già optato per alternative open source. Vorrei sentire altre notizie del genere in futuro.

Fonte: Obervatory open source

Raccomandato

Papiro: un gestore di note open source
2019
Cose da fare dopo l'installazione di Ubuntu 13.04
2019
Linux Mint 18 avrà il proprio set di app
2019