Cinque piccole caratteristiche di Linux Mint Cinnamon I've Come to Love

Breve: È il lettore FOSS Dave Merritt condivide alcune caratteristiche nascoste e ignorate di Linux Mint Cinnamon che ha iniziato ad amare.

Spesso mi viene chiesto da utenti Windows traumatizzati che consiglio il sistema operativo Linux. Fino a un anno e mezzo fa ho consigliato Zorin OS senza esitazioni. Tuttavia, l'anno scorso in questo momento, Zorin stava ancora lavorando a una grande riscrittura e non poteva offrire una versione LTS (supporto a lungo termine).

Uno dei problemi del mondo Linux è che le distro grandi e piccole vanno e vengono. Quindi, senza alcuna certezza che Zorin sarebbe pronto prima che la mia versione perdesse il suo supporto - o che Zorin sarebbe ancora esistito - ho scaricato Linux Mint Cinnamon 18 e da allora lo sto usando e raccomandando.

5 funzioni di Linux Mint che amo

Come risultato, gli ultimi 18 mesi sono stati abbastanza noiosi per me: niente sembra mai andare storto con Linux Mint. D'altra parte, è bello scrivere di cose che funzionano bene. Per questo articolo, mi concentrerò su cinque caratteristiche piccole e facili da usare che ho trovato molto utili. Tutti vengono preinstallati. Il che è bello dal momento che usare Synaptic Package Manager o la bash line può essere piuttosto intimidatorio per i principianti di Linux.

1. Anteprima di Nemo

Ho una grande collezione musicale e spesso realizzo CD di compilation per gli amici. Se l'hai fatto da solo, probabilmente avrai notato che il "guadagno" varia molto da CD a CD e da formato a formato. E mentre Brasero e la maggior parte delle altre app in grado di appianare piccole irregolarità, non possono fare molto per le incongruenze più selvagge che spesso si presentano. E mentre il guadagno su una singola traccia viene facilmente regolato usando Audacity, è difficile dire quanto è necessario un aggiustamento se non è possibile confrontarlo rapidamente con un file benchmark.

Supponiamo che tu sia nel punto in cui se è possibile creare due tracce da abbinare, il disco sarà perfetto. Il mio problema qui è che il mio lettore musicale predefinito, Banshee, deve succhiare centinaia di album da un'unità esterna prima che si apra e ciò richiede alcuni secondi. E una volta in alto ci possono volere ancora alcuni secondi per passare avanti e indietro da una traccia all'altra. I lettori di musica con funzionalità complete semplicemente non sono progettati per essere agili.

È qui che entra in gioco Nemo Preview. È integrato nel File Manager Nemo e non potrebbe essere più veloce o più facile da usare. Basta fare clic sul file e premere "barra spaziatrice". Se si tratta di un file audio, viene visualizzato un micro player che inizia a giocare immediatamente. Premi di nuovo "barra spaziatrice" per chiuderlo, fai clic sul nuovo file e premi di nuovo "barra spaziatrice" e ascolti l'altra traccia. Nemo Preview funziona anche sulla maggior parte degli altri tipi di file, anche se non sempre con la stessa incredibile velocità.

Fare clic sul file e premere la barra spaziatrice

Apparirà un micro lettore musicale

2. Menu Mint Parte 1 La funzione "Disinstalla"

Qualche settimana fa stavo cercando di effettuare una chiamata Skype, ma Skype non si apriva. Questa non era la prima volta che mi succedeva. Succede ogni volta che Skype si aggiorna. Microsoft rende una versione aggiornata per Linux, ma non tiene conto della rimozione della versione appena defunta. Cercare di installare una versione corrente non è poi così difficile; l'ultima versione è presente nei repository Mint ed è abbastanza facile da scaricare un file .deb dal sito web di Skype. Ma se ti dimentichi di rimuovere prima la vecchia versione, puoi concludere con due versioni, di cui solo una funziona.

Per un utente esperto, questo può essere facilmente risolto in due modi diversi. La versione ridondante può essere rimossa utilizzando Synaptic Package Manager o aprendo

Software Manager, facendo clic su "mostra le applicazioni installate", cercandolo e quindi rimuovendolo facendo clic su "Disinstalla".

Tuttavia, il menu Mint offre una soluzione molto più semplice. Individua l'applicazione e fai clic con il pulsante destro del mouse sull'icona. Questo attiva un menu a discesa, che consente anche di creare un pannello o un desktop launcher. Fai clic su "Disinstalla" dal menu a discesa. Questo attiva Synaptic, richiedendo di digitare la password. Infine, si aprirà una finestra di avanzamento, che ti dirà quando è terminata (o a volte chiederà di consentire l'aggiunta o la rimozione di alcune altre librerie).

Quindi, tornando al problema Skype ridondante, dal momento che entrambe le versioni appariranno nel menu, semplicemente test e poi "Disinstalla" quello che non funziona.

3. Menu Mint Parte 2 Dove diavolo ha fatto Download Go? Usa "File recenti" per scoprirlo!

Come ogni sistema operativo Linux che abbia mai usato, Menu Mint ha l'opzione "File recenti". Questa opzione ricorda non solo i file che hai creato o utilizzato, ma anche tutto ciò che hai scaricato. Un errore che faccio spesso è indirizzare un download nella cartella sbagliata. Nemo ha una funzione di ricerca decente, ma può richiedere tempo. È molto più facile trovare la posizione di un file nel menu Mint. Fai clic su "File recenti", passa il mouse sopra il file fuori posto e nella parte inferiore del menu verrà visualizzata la posizione esatta.

In File recenti, passa con il mouse sopra il file fuori posto e nella parte inferiore del menu appare la posizione esatta

Se l'opzione "File recenti" non appare nel tuo menu, è perché c'è un'opzione per disattivarlo al fine di proteggere le tue attività di elaborazione da occhi indiscreti. Se non riesci a trovarlo sul tuo menu, vai su "Impostazioni di sistema" e fai clic su "Privacy". Vedrai questa schermata:

Attiva la privacy su Linux Mint

Basta attivarlo su "on" e regolarlo in base alle proprie esigenze. (Ricorda, se selezioni "Non dimenticare mai i vecchi file", il tuo menu impiegherà più tempo e più tempo per aprirsi mentre i tempi passano e le voci si moltiplicano).

I file usati di recente possono essere attivati ​​o disattivati

4. Aggiornamento automatico: un amico invisibile

Per almeno un decennio sono stato un utente occasionale di "ClamAV". È uno scanner antivirus open source per Linux. Quando lo uso, è una cortesia: i sistemi Linux possono essere immuni a tutti i virus noti di Windows, ma gli utenti Linux possono passarli su sistemi che non lo sono.

Il software antivirus ha esigenze uniche: gli autori di codice dannoso non rilasciano il proprio lavoro su una pianificazione prevedibile. Quindi le firme dei virus sono in continua evoluzione. Inoltre, più il mal-ware diventa creativo, più gli algoritmi di ricerca creativi devono essere.

Ma anche se ClamAV può essere scaricato dalla maggior parte dei repository, questo è praticamente tutto. Se si desidera utilizzare, è necessario aggiornare manualmente prima i motori e quindi le firme dei virus e, in questo ordine, se si desidera che funzioni correttamente. Poiché questi aggiornamenti provenivano direttamente dai server dell'autore, questo processo potrebbe richiedere molto tempo.

Mentre questo era un problema, di solito funzionava, alla fine. E posso capire perché le firme dei virus dovrebbero essere aggiornate manualmente con ogni uso: metterebbe un carico assurdo sui repository per mantenerle attuali. Ma quello che non potrei mai capire perché i repository non hanno mai inviato aggiornamenti per l'interfaccia. In un decennio di utilizzo di ClamAV su Ubuntu, Fedora e Zorin I non hanno mai ricevuto un singolo aggiornamento.

Sono il tipo di ficcanaso che esamina ogni aggiornamento che viene a modo mio. Una delle funzionalità di Mint "Update Manager" è che fornisce una descrizione dell'elemento e un registro delle modifiche. Poco dopo il passaggio a Mint, uno degli aggiornamenti che ho ricevuto è stato chiamato "aggiornamenti automatici". Stranamente mancava qualsiasi informazione del genere. Questo perché "Unattended Upgrades" (insieme a "Mint upgrade" che ho intenzione di esaminare più approfonditamente in futuro) non è in realtà un pacchetto. Quello che fa è cercare nel sistema i pacchetti usati di rado dai repository ufficiali e dai PPA per assicurarsi che anche le applicazioni a bassa priorità vengano controllate per gli aggiornamenti invece che, come al solito, vengano ignorate.

Subito dopo ho ricevuto per la prima volta aggiornamenti per ClamAV. Sopra sono i miei aggiornamenti più recenti.

5. Impostazioni audio

Quest'ultima caratteristica incorporata ha un valore pratico minimo, ma può essere comunque molto divertente. La maggior parte dei sistemi Linux ha una gamma limitata di file audio integrati per fornire segnali acustici per vari stati del sistema; accesso, disconnessione o notifiche di nuove e-mail, per esempio. Linux Mint Cinnamon ha fatto di tutto per offrire agli utenti la possibilità di installare i propri script sonori e di scegliere quali eventi di sistema desideri includere tra di loro per informarti. L'unica limitazione è che i suoni personalizzati devono essere in formato ogg o wav. È anche consigliabile annidarli da qualche parte nella cartella Inizio, anche se non assolutamente necessari.

Puoi trovare e scaricare suoni di sistema su tutto il web. Ma se ti senti avventuroso puoi facilmente crearne uno tuo. Possono essere verbali: registra semplicemente la tua voce, se hai una webcam hai un microfono. Puoi anche effettuare il raid della tua collezione musicale. Usando Audacity puoi ritagliare una sezione di una canzone, salvarla come un ogg o un file wav e usare gli effetti "fade in" e fade out "per appianare i bordi. Oppure puoi diventare veramente pazzo e utilizzare la vasta gamma di effetti. (Il mio preferito è "Paulstretch".)

Una volta creata la tua gamma di suoni, l'installazione è semplicissima. Vai su "Impostazioni di sistema", scorri fino a "Hardware", fai clic su "Suono" e quindi su "Effetti sonori". Da questo menu, puoi aggiungere o rimuovere effetti sonori attivandoli o disattivandoli. Scegliendo l'icona della musica è possibile collegare i suoni personalizzati e quindi testarli con l'icona di riproduzione.

Impostazioni audio di sistema

Pochi avvertimenti

Le prime tre funzioni che ho citato erano disponibili in Zorin 9, sebbene non potessi trovarle nella prima versione di Zorin 12, potrebbero essere state aggiunte da allora. Nessuna delle prime tre caratteristiche appare nell'ultima versione di Ubuntu Gnome. Infine, per quanto ne so, "Unattended Upgrades" è una caratteristica comune di tutti i sistemi Linux basati su Ubuntu in questi giorni. Ma quello che posso dire in totale candore è che in oltre un decennio di utilizzo di Linux non ho mai ricevuto un singolo aggiornamento per "Grub Customizer" o "Clamav" finché non sono passato a Linux Mint.

Sull'autore Dave Merritt: ho 59 anni, sono fotografo fulltime e part-time PCmedic. Sono stato un avido utente Linux per oltre dieci anni. In quel momento, non pretendo di aver fatto ogni possibile errore, solo la maggior parte di loro. Sono un grande fan del prog rock, avant jazz e JS Bach, e mi piace leggere Neal Stephenson e qualsiasi cosa abbia a che fare con i problemi fondamentali della fisica moderna.

Raccomandato

Il framework AI Open Source di Facebook PyTorch è alla ricerca di Solid
2019
GalliumOS: la distribuzione Linux per i Chromebook
2019
Come chiudere le applicazioni in esecuzione nel telefono Ubuntu
2019