Il Brasile sta scaricando l'open source per Microsoft

In breve : Apparentemente, le alternative Open Source a Microsoft Office non sono abbastanza buone per il Brasile e quindi stanno tornando a Microsoft Office proprietario e altri strumenti Microsoft.

L'ultima tendenza in Europa e nei paesi in via di sviluppo è stata quella di abbandonare il proprietario Microsoft Office e adottare una soluzione Open Source come OpenOffice o LibreOffice. La mossa era più preoccupata dei risparmi rispetto all'amore per l'Open Source. Qualunque sia la ragione, almeno alcune organizzazioni governative hanno iniziato a guardare oltre Microsoft.

Ma forse l'euforia è morta per alcuni di loro. Il Brasile che ha optato per una politica open source sta ora tornando a Microsoft nel tentativo di "generare efficienze in termini di costi e standardizzare il portafoglio di applicazioni IT tra i vari dipartimenti", ha riferito ZDNet.

Sì, avete letto bene. Il Brasile sta optando per Microsoft per "efficienza dei costi". In realtà è un accordo con Microsoft che consentirà al governo brasiliano di acquistare le licenze dei prodotti Microsoft secondo il loro requisito nei prossimi 12 mesi, ad un prezzo negoziato in precedenza.

E non è solo Microsoft Office che stanno ottenendo. L'accordo include Windows 10 e Windows Server (eh !!).

Con questo massiccio accordo, il Brasile si allontana dalla sua politica Open Source messa in atto nel 2003. L'idea alla base dello switch open source era di ridurre i costi di licenza e consentire alle aziende IT locali di sviluppare prodotti per il governo ma apparente mancanza di competenze e 'interesse' ha portato alla fine di questa politica, mentre il governo ha lottato per ottenere software di qualità.

Non solo il Brasile

Non è solo il Brasile che sta tornando tra le braccia di Microsoft. Ricorda la regione italiana Emilia-Romagna passando a OpenOffice? Bene, stanno anche tornando a Microsoft Office, tuttavia, non è specificato che sia Microsoft ma una soluzione proprietaria basata su cloud.

La mossa open source è stata già criticata da alcuni dei nostri lettori e anch'io ho avuto il mio sospetto. OpenOffice non è stato in modalità di sviluppo attivo negli ultimi anni. In effetti, OpenOffice ha iniziato a indicare che potrebbe essere interrotto.

LibreOffice sarebbe stata la scelta migliore per sostituire MS Office. Ma i governi essendo il governo, hanno optato per la soluzione Open Source sbagliata. Credo che se avessero optato per LibreOffice, le cose sarebbero andate meglio, specialmente considerando che LibreOffice ha lavorato molto sulla sua soluzione cloud.

Queste non sono buone notizie per noi appassionati di Open Source, ma sto facendo il tifo per l'ulteriore successo di LibreOffice in modo che diventi l'alternativa de facto a MS Office e una "migliore" di quella.

Raccomandato

Le 20 principali estensioni GNOME che dovresti usare in questo momento
2019
Ecco $ 5 di Linux Mini PC per Internet of Things
2019
La guida completa per l'utilizzo di ffmpeg in Linux
2019