9 Cose consigliate da fare dopo l'installazione di Ubuntu 17.10

Breve: Ecco le cose essenziali da fare dopo aver installato Ubuntu 17.10 per darti un'esperienza migliore e più fluida dopo la nuova installazione di Ubuntu 17.10.

Ubuntu 17.10 è stato rilasciato. A questo punto, potresti aver visto le nuove funzionalità di Ubuntu 17.10 e ti consiglio di iniziare a guardare la data di rilascio di Ubuntu 18.04. Se stai provando il 17.10 con una nuova installazione, ecco alcune cose da fare dopo aver installato Ubuntu 17.10 che renderà la tua esperienza con Ubuntu migliore.

Aggiornamento: puoi anche controllare un nuovo articolo sulle cose da fare dopo aver installato Ubuntu 18.04.

Se sei un nuovo utente di Ubuntu, ti consiglio anche di leggere questo per iniziare con la guida di Ubuntu che ti aiuterà a capire Ubuntu e usarlo facilmente.

Cose da fare dopo aver installato Ubuntu 17.10

Per essere chiari, cosa fare dopo aver installato Ubuntu 17.10 dipende da te, l'utente. Se ti interessa la progettazione grafica, ti consigliamo di installare molti strumenti grafici Linux. Se ti piacciono i giochi Linux, potresti cercare altri giochi Linux e configurare la tua scheda grafica per questo. Se sei interessato alla programmazione, vorrai installare strumenti di programmazione, editor, IDE, ecc.

Questa lista è una lista generica di cose che dovrebbero essere utili per la maggior parte degli utenti, se non tutte. I passaggi menzionati qui sono sicuramente utili per la maggior parte dei nuovi utenti di Ubuntu.

Ho creato un video in modo che sia più facile per te vedere questi passaggi in azione. Abbonati al nostro canale YouTube per altri video su Ubuntu e Linux.

Quindi, iniziamo con la lista scritta di cose da fare dopo aver installato Ubuntu 17.10 :

1. Aggiorna il tuo sistema

Ogni volta che fai una nuova installazione di Ubuntu, aggiorna il sistema. Può sembrare strano perché hai appena installato un nuovo sistema operativo ma, comunque, devi eseguire il programma di aggiornamento.

È stata la mia esperienza che se non si aggiorna il sistema subito dopo aver installato Ubuntu, si potrebbero riscontrare problemi durante il tentativo di installare un nuovo programma. Potresti anche vedere meno applicazioni da installare.

Per aggiornare il sistema, premere il tasto Super (tasto Windows) per avviare Panoramica attività e cercare Software Updater. Esegui questo programma. Cercherà aggiornamenti disponibili. Installali.

In alternativa, puoi usare il seguente comando nel terminale (Ctrl + Alt + T):

sudo apt update && sudo apt upgrade 

2. Abilitare i repository di partner Canonical

Un'altra cosa da fare è abilitare i repository di Canonical Partner. Ubuntu ha una varietà di software disponibile dai suoi repository. Puoi trovarlo nel Software Center.

Ma si ottiene ancora più software nel Software Center se si abilitano i repository di Canonical Partner. Questo repository aggiuntivo è costituito da software di terze parti, spesso di proprietà riservata, che sono stati testati da Ubuntu.

Passare alla panoramica delle attività premendo il tasto Super (tasto Windows) e cercare Software e aggiornamenti:

Aprilo e sotto la scheda Altro software, controlla l'opzione di Canonical Partners .

Richiederà la tua password e aggiornerà le fonti del software. Una volta completato, troverai più applicazioni da installare nel Software Center.

3. Installa i codec multimediali

Per impostazione predefinita, Ubuntu non fornisce un numero di codec multimediali a causa di problemi di copyright. Ma fornisce un modo semplice per installare questi codec multimediali in modo da poter riprodurre MP3, MPEG4, AVI e una serie di altri file multimediali.

Puoi installare questi media codec grazie al pacchetto Ubuntu Restricted Extra. Clicca sul link qui sotto per installarlo dal Software Center.

Installa Ubuntu Restricted Extras

In alternativa, utilizzare il comando seguente per installarlo:

 sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras 

4. Installare il software dal Software Center

Una volta aggiornato il sistema e installato i codec, è ora di installare del software. Se sei piuttosto nuovo su Ubuntu, ti suggerisco di leggere questa dettagliata guida per principianti all'installazione del software in Ubuntu.

Fondamentalmente, ci sono vari modi per installare il software in Ubuntu. Il modo più semplice, più conveniente e più affidabile è utilizzare il Software Center per trovare e installare un nuovo software.

È possibile aprire il Software Center per cercare il software da installare in questo strumento grafico.

In alternativa, se sai cosa stai per installare basta digitare il comando sudo apt install per installarlo. Leggi la guida per principianti sull'uso dei comandi apt in Ubuntu per maggiori dettagli su questo comando.

Dipende da te, ma posso sicuramente suggerire alcune applicazioni che sono nella mia lista di cose da fare dopo aver installato Ubuntu 17.10 .

  • VLC media player per video
  • GIMP : alternativa a Photoshop per Linux
  • Shutter - Applicazione Screenshot
  • Calibre : strumento di gestione di eBook
  • Chromium : browser web open source
  • Kazam - Strumento per la registrazione dello schermo
  • Gdebi - Programma di installazione leggero per pacchetti .deb.

Puoi anche fare riferimento a questo elenco di applicazioni Linux indispensabili per ulteriori consigli sul software.

5. Installare il software dal Web

Troverai molte applicazioni nel Software Center. Ma scoprirai anche che molte applicazioni non sono incluse nel Software Center nonostante supportino Linux.

In realtà, un numero di produttori di software confeziona il proprio software in formato .deb che può essere facilmente installato in Ubuntu. Puoi scaricare i file .deb dai loro siti web ufficiali e installarli facendo doppio clic su di essi.

Alcuni dei principali software che scarica e installo dal web sono:

  • Browser Web Chrome
  • Strumento di comunicazione lento
  • Servizio di archiviazione cloud Dropbox
  • Skype (la nuova versione beta)
  • Viber instant messenger

6. Cambia l'aspetto di Ubuntu 17.10

Ubuntu 17.10 utilizza l'ambiente desktop GNOME. Mentre la configurazione di default sembra buona, non significa che non puoi cambiarla.

È possibile apportare alcune modifiche visive dalle impostazioni di sistema. Cerca le impostazioni di sistema nella panoramica delle attività e avvialo.

Nelle Impostazioni di sistema, è possibile cambiare lo sfondo del desktop e la schermata di blocco, è possibile modificare la posizione del dock (launcher sul lato sinistro), modificare le impostazioni di alimentazione, Bluetooth ecc. In breve, è possibile trovare molte impostazioni che puoi cambiare secondo le tue necessità.

Ricorda che non esiste un pulsante "imposta su predefinito" qui, quindi cerca di tenere traccia delle modifiche apportate al tuo sistema.

Cambia posizione del bacino

Andiamo oltre con il tweaking del sistema Ubuntu 17.10. Puoi installare nuove icone e temi. Ma per cambiare i temi e le icone, è necessario utilizzare lo strumento GNOME Tweaks.

Come alcuni lettori hanno suggerito, ora è installato di default. Ma se non riesci a trovarlo, puoi installarlo tramite il Software Center oppure puoi usare il comando seguente per installarlo:

 sudo apt install gnome-tweak-tool 

Una volta installato, puoi installare nuovi temi e icone.

Cambia temi e icone

È inoltre possibile utilizzare le estensioni GNOME per migliorare ulteriormente l'aspetto e le funzionalità del sistema. La personalizzazione è un argomento importante ed è per questo che ho scritto un intero articolo sulla personalizzazione di GNOME in Ubuntu 17.10.

7. Prolunga la batteria e previeni il surriscaldamento

Uno dei modi migliori per prevenire il surriscaldamento nei laptop Linux è utilizzare TLP. Basta installare TLP e dimenticarlo. Funziona a meraviglia nel controllare la temperatura della CPU e prolungare così la durata della batteria dei portatili nel lungo periodo.

Puoi installarlo utilizzando il comando seguente in un terminale:

 sudo apt install tlp tlp-rdw 

Una volta installato, esegui il comando seguente per avviarlo:

 sudo tlp start 

Non sono necessarie modifiche alla configurazione (puoi farlo se sai cosa stai facendo). Verrà avviato automaticamente ad ogni avvio e ottimizzato il consumo energetico del sistema.

8. Salva i tuoi occhi con Nightlight

La luce notturna è un'altra delle mie cose preferite. Mantenere gli occhi al sicuro durante la notte dallo schermo del computer è molto importante. Ridurre la luce blu aiuta a ridurre l'affaticamento degli occhi.

GNOME fornisce un'opzione Night Light incorporata, che puoi attivare nelle Impostazioni di sistema.

Vai su Impostazioni di sistema-> Dispositivi-> Visualizza e attiva l'opzione Luce notturna.

9. Tornando a Xorg da Wayland (se necessario)

Ho discusso separatamente di tornare a Xorg da Wayland in Ubuntu 17.10. Poiché Ubuntu 17.10 si allontana dal server di visualizzazione Xorg precedente, non tutte le applicazioni desktop sono compatibili con il nuovo server di visualizzazione Wayland.

Ho affrontato problemi con gli strumenti di registrazione dello schermo e con le app che dipendono dalla geolocalizzazione come RedShift. Per questo motivo, sono passato a Xorg da Wayland. Non cambierà nulla dal punto di vista dell'utente finale, quindi puoi essere sicuro che il passaggio a Xorg non danneggerà il tuo sistema.

Per passare a Xorg da Wayland, disconnettersi dal sistema, quindi, nella schermata di accesso, fare clic sull'icona dell'ingranaggio e selezionare l'opzione Ubuntu su Xorg:

Puoi passare a Wayland allo stesso modo,

Cosa fai dopo aver installato Ubuntu?

Quelli erano i miei suggerimenti per iniziare con Ubuntu. Ora è il tuo turno. Quali passi mi consigliate come cose da fare dopo aver installato Ubuntu 17.10 ? La sezione dei commenti è tutta tua.

Raccomandato

Le 20 principali estensioni GNOME che dovresti usare in questo momento
2019
Ecco $ 5 di Linux Mini PC per Internet of Things
2019
La guida completa per l'utilizzo di ffmpeg in Linux
2019